Si vuole che il primo nome della Calabria fosse stato "Aschenazia" dal suo primo abitatore "Aschenez", nipote di Jafet, figlio di Noe'. Egli sarebbe approdato sulla costa dove ora sorge Reggio Calabria, che, a perenne memoria dell'ipotetico avvenimento, ha intitolato a lui una strada: "via Aschenez ".

16 giugno 2010

Mel Gibson: "la Calabria? E' un paradiso"

C'è chi vorrebbe dividere in due l'Italia e c'è chi invece non ha dubbi e stravede per il nostro Meridione. E' il caso di Mel Gibson, attore recentemente apparso sugli schermi nei panni del detective Thomas Craven nel thriller "Fuori Controllo", ma anche regista di pellicole controverse come "Apocalypto" e "La Passione di Cristo", girata quasi interamente in Basilicata. Una vera e propria adorazione per la Lucania quella di Gibson che, tuttavia, non gli ha impedito di apprezzare tutto il Sud della Penisola, in particolare la Calabria. Un'autentica scoperta per l'attore australiano, che pare sia rimasto sconvolto dalla perfezione e dai panorami mozzafiato della Sila durante una delle sue escursioni nelle pause dal set. D'altra parte l'amore per l'Italia del premio Oscar non è nuovo. Ne aveva già parlato diffusamente con il New York Times, il Guardian e il Times. Ma ora c'è una novità: a rivelarla sono molteplici giornali online di gossip, che riportano voci provenienti da oltreoceano. Su questi siti rimbalza la notizia secondo cui presto Mel farà ritorno proprio in quei luoghi per acquistare casa. E' probabile che si tratti di un vecchio cascinale molto simile al resort pugliese Il Melograno, dove aveva pernottato anni fa e che lo aveva colpito. Si parla di Calabria Jonica, che ultimamente sta suscitando un vivo interesse negli Stati Uniti anche grazie al film italiano Le quattro volte, presentato al Festival del Cinema di Cannes. Che Mel Gibson avesse un bellissimo ricordo del nostro Paese, del resto, è cosa nota. "Quando arrivai a Matera la vidi e ne rimasi totalmente rapito...era perfetta!". Anche il quotidiano britannico The Guardian ha raccontato della sua passione, è proprio il caso di dirlo, per la nostra Italia meridionale: "Per Mel Gibson queste antiche colline sono di una bellezza mozzafiato. Un luogo pieno di grotte color sabbia e bianche abitazioni, alcune vecchie più di 2000 anni. Uno scenario che da vita a un'atmosfera senza tempo". Alla luce di ciò, non stupisce ora l'innamoramento del celebre attore e regista per la regione dei Bronzi di Riace, visto che proprio di recente il New York Times ha largamente elogiato l'abilità dei contadini calabri a produrre prelibatezze come la 'nduja e la manna, che sta tornando nei menu della Grande Mela, e Le Figaro le dedica un ampio articolo sottolineando invece la giovialità di un territorio ancora inesplorato e che offre ai suoi visitatori paesaggi meravigliosi. Non da meno gli apprezzamenti da parte degli inglesi che, sulle pagine del Guardian, descrivono la "poco conosciuta costa tirrenica" come "una delle più belle perle segrete italiane". (AGI)

2 commenti:

Romano ha detto...

La natura della nostra Calabria è veramente meravigliosa. Bravo Gibson!

chicchina ha detto...

Non puà che far piacere ai calabresi,a noi calabresi che un personaggio così importante apprezzi le belleze di questa terra.
Sono sempre polemica e me ne scuso,ma sarebbe altrettanto bello e gratificante se anche ognuno di noi,avesse un po di amore e di rispetto per questa terra che abbiamo spesso affidata in mani poco ....protettive.Siamo ancora in tempo..